Bio Kill e Clean Kill Extra micro-fast, benché estremamente efficaci contro tutti I tipi di insetti a sangue freddo, non rilasciano sostanze tossiche per l’ozono.

Il motivo è l’assenza di propellenti al loro interno.

Cosa sono i propellenti e perché possono essere nocivi?

Il propellente, da vocabolario, è un materiale combustibile liquido o solido che, reagendo in particolari condizioni, sviluppa calore e fornisce particelle di espulsione.

Nel caso dei comuni insetticidi, il propellente è una sostanza chimica contenuta allo stato liquido nella bomboletta sotto pressione: nel momento in cui apriamo l’ugello questa sostanza fuoriesce portando con sé il liquido insetticida e creando un aerosol, ossia una nube del prodotto da spruzzare.

Questo tipo di sostanza può provocare diversi problemi:

  • Essendo sotto pressione ha un alto potenziale calorifico e se scaldato in eccesso rischia di esplodere.
  • Può provocare irritazioni e può essere dannoso per le superfici.

 

Bio Kill e Clean Kill Extra micro-fast si differenziano dagli altri spray insetticidi proprio per l’assenza di propellenti. L’ugello dei contenitori permette di scegliere tra due tipologie di utilizzo: uno spray, in forma nebulizzata, e uno a getto, per la fuoriuscita diretta del liquido.

Essendo soluzioni acquose non danneggiano le superfici e non macchiano; inoltre non hanno rischio di infiammabilità.

 

Autorizzazione Ministeriale n. 1969-15/01/2020
Bio Kill/Clean Kill sono PMC Reg. n. 18430/20181. Velenosi per api e pesci. Non applicare su superfici che possono essere danneggiate dal contatto con acqua. Prima dell’uso leggere attentamente le avvertenze riportate in etichetta. Bio Kill contiene permetrina: può provocare reazione allergica.