Tenere piante in casa o in giardino è un hobby che molti condividono ma che presuppone alcune accortezze. Gli amanti delle piante lo sanno bene.

Insetti e parassiti sono sempre pronti a invadere le foglie e il terriccio e spesso ci si accorge troppo tardi del problema. Ecco perché è meglio conoscere i sintomi e i segnali della loro presenza.

 

Quali sono i parassiti più frequenti?

 

  • Afidi: noti anche come pidocchi delle piante, questi piccoli parassiti si trovano spesso sulle piante da esterni e sono difficili da individuare. Di dimensioni molto ridotte, succhiano la linfa dalle foglie e producono una sostanza detta melata che favorisce la formazione di funghi e attira formiche e altri insetti. Per eliminarli si può utilizzare un insetticida adatto agli esterni che non danneggi la pianta e si può pulire ogni foglia o ramo con un panno umido.

 

  • Moscerini: si rifugiano nelle case anche in inverno, soprattutto in ambienti umidi, come i vasi e i sottovasi e spesso volano proprio attorno alle foglie e sul terriccio. Si riproducono molto in fretta e per questo è utile intervenire non appena si avvistano nei pressi di una pianta da appartamento. Il rischio è che si spostino dalla pianta alla cucina alla ricerca di frutta e residui di cibo.

 

  • Ragnetti rossi: si tratta di acari di circa 0,5 millimetri che si rifugiano sulle foglie delle piante e le danneggiano. Preferiscono ambienti caldi e secchi e sono più diffusi in primavera e in estate; ma a volte proliferano anche in stagioni più fredde, soprattutto se il clima non è rigido all’esterno.