Con l’arrivo dell’inverno possiamo tirare un sospiro di sollievo, perché la maggior parte degli insetti tende a sparire dalla circolazione. Ma quante volte capita di sentire quell’odiato ronzio di zanzara anche nella stagione fredda? Le zanzare si rintanano in ambienti caldi e umidi per entrare in diapausa, una sorta di letargo durante il quale rallentano il metabolismo in attesa della primavera.

Sempre più di frequente le zanzare tigre tendono sopravvivere fino a novembre e a riprodursi in questo periodo. Il rischio che depongano le uova in casa, quindi, è in agguato proprio adesso, non facciamo l’errore di creare ambienti ospitali per loro.

 

Dove tendono a nascondersi le zanzare?

 

  • Nei vasi e nei sottovasi: l’umidità è amica delle zanzare e per questo è consigliabile svuotare sempre i sottovasi da residui di acqua stagnante, dove potrebbero annidarsi le larve.

 

  • In bagno: sciacquoni sospesi e docce umide nella zona dello scarico possono favorire il ristagno di acqua e attirare la zanzara, nonché ospitarne le uova.

 

  • In cucina: lo stesso discorso vale per la zona del lavello, dove il calore e l’umidità sono l’habitat ideale per gli insetti.

 

Un rimedio utile, oltre all’eliminazione di umidità e ristagno di acqua, è quello di utilizzare un buon insetticida per la prevenzione, evitando così il proliferare delle zanzare nelle aree trattate.