Nell’ultimo anno il tema della socialità ci ha interessati come non mai. Le relazioni umane hanno subìto notevoli cambiamenti, tanto nella gestualità quanto nella concezione stessa di interazione.
Se noi esseri umani abbiamo imparato a conoscere da vicino l’isolamento sociale, come si comporterebbero gli insetti?

Una categoria di insetto “sociale” è la formica poiché passa tutta la vita insieme ai suoi simili a stretta cooperazione, sviluppando una fortissima dipendenza l’una con l’altra.
Un gruppo di studio dell’Università di Mainz, guidato da Inon Sharf, ha analizzato gli effetti dell’isolamento sociale sulle formiche prendendo in esame 14 colonie della specie di formiche europee Temnothorax nylanderi e prelevandone alcuni elementi per porli in isolamento.
I ricercatori hanno notato dei cambiamenti nei comportamenti dell’insetto, una volta reintrodotto nella colonia insieme ai suoi simili: dopo alcuni giorni di solitudine le formiche si lavavano di meno rispetto alle loro compagne rimaste in colonia e, inoltre,  il loro sistema immunitario si era abbassato notevolmente.

Nella maggior parte dei casi l’isolamento sociale non produce effetti positivi sugli esseri viventi, compresi gli esseri umani… ma se non vuoi circondarti di colonie di formiche in cerca della tua compagnia, fai attenzione ai residui di cibo in cucina o nella dispensa e munisciti sempre di un insetticida sicuro per te e per l’ambiente.